Banner F1T 2015 sito banner

 
YOUTUBE NEW  Twitch Icon  TWITTER NEW  FACEBOOK NEW TAPATALK NEW 2  ts logo                                                        


                                                             ONLINE RACE PLATFORM SINCE 2010
Domenica, 25 Febbraio 2018 01:15

La settimana FiT – BestOfTheWeek - NUMERO 15 Anno 2018

Scritto da Gilles27

 bestoftheweek

 

La settimana FiT – BestOfTheWeek - NUMERO 15 Anno 2018

GP DELLA SETTIMANA

GIAPPONE – Suzuka – Sedicesima prova dei Campionati FiT su F1 2017

 circuitogiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nato come pista di prova della Honda, il circuito di Suzuka ospita il mondiale di Formula 1 dal 1987 con le sole eccezioni del 2007 e 2008 quando il GP del Giappone si disputò sul circuito del Fuji.

Lungo 5.807 metri, è l’unico ad avere la caratteristica conformazione a 8 ed è un probante banco di prova per i motivi tecnici presentati anche se il rovescio della medaglia è costituito dalla difficoltà dei sorpassi.

Originale ed impegnativo il disegno delle “S” (curve 3-6), ripreso in qualche modo ad Austin, dove sbagliare una curva significa trascinare l’errore fino alla fine. Aderenza e trazione sono richieste alla Degner (curve 8-9) ed alla Spoon (curve 13-14) mentre la mitica 130-R (curva 15) si fa ormai in pieno senza difficoltà.

C’è un'unica zona DRS sul rettilineo principale con Detection Point prima della Casio Traingle (curve 16-17).

Complessivamente è un circuito da alto carico aerodinamico, necessario lungo quasi tutto il tracciato anche se questo penalizza la velocità di punta nella lunga accelerazione tra le curve 14 e 16 e sul rettilineo principale.

La storia ci tramanda molti episodi, incluso il ritorno del mondiale piloti a Maranello con Michael Schumacher nel 2000 dopo 21 anni di digiuno, ma vogliamo ricordare il botta e risposta Prost–Senna del 1989–1990.

Nel 1989 Senna e Prost guidavano le McLaren. Senna era costretto a vincere per tenere aperto il mondiale ma Prost era al comando e così il brasiliano, dopo aver rimontato sul rivale, sferrò un attacco al limite alla Casio Triangle. Prost chiuse la traiettoria e le macchine si agganciarono fermandosi in mezzo alla chicane. Senna riuscì a ripartire ed a vincere ma fu squalificato per taglio chicane ed il mondiale andò a Prost.

L’anno dopo Prost era passato alla Ferrari e, questa volta, era lui costretto a vincere. Partì in pole position ma in curva 1 Senna lo speronò deliberatamente. La corsa di entrambi finì dopo poche centinaia di metri ed il brasiliano si aggiudicò matematicamente il titolo.

La gara prevede 53 giri per la Master e la Pro League, 27 per la Sport e la Prime League.

La Pirelli ha portato i compound Supersoft (SS – Rosse), Soft (S – Gialle) e Medium (M – Bianche).

  

masterarticoli MASTER LEAGUE FORMULAPASSION.IT (22.02.18)

 

 

masterpregiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CRONACA

CASTILLO_EMA dovrebbe scontare 10” di penalità sul tempo finale di gara per raggiunti limiti di punti licenza, ai sensi dell’art. 11.3.1 del Regolamento, ma è assente come ALBERTO_222_46, sostituito da F1ITALIAN_DELTA.

Si giocano i primi match point della stagione. NICOFIORE000 si laurea campione se FED_00LH non fa almeno 4 punti più di lui. La Red Bull vince il titolo costruttori se la Mercedes non recupera almeno 22 punti.

In qualifica NICOFIORE000 dimostra le sue intenzioni di chiudere la partita stampando uno stratosferico 1’27”252 che relega il contendente FED_00LH a 0”393 ed un mostro sacro come F1ITALIAN_MAGIC a ben 0”512.

Al via NICOFIORE000 non ha incertezze e sflia al comando su FED_00LH, F1ITALIAN_MAGIC e SARO_PROST mentre i contatti nelle retrovie portano ai box BIRILLODOG, F1ITALIAN_DELTA e F1ITALIAN_ALESI.

Nei primi giri si crea una frattura tra i primi quattro ed il resto del gruppo e, quando NICOFIORE000 prova ad allontanarsi, F1ITALIAN_MAGIC rompe gli indugi e supera FED_00LH in curva 1 mentre si ritira F1ITALIAN_ALESI.

FED_00LH è in difficoltà, braccato da SARO_PROST, e al giro 12 va ai box insieme a F1ITALIAN_MAGIC, che forse prova un undercut, CRIFERRARI1988 e J-SPORTVR46.

I piloti che occupano le posizioni alte rispondono il giro dopo e così NICOFIORE000 mantiene la posizione su F1ITALIAN_MAGIC ed altrettanto fa FED_00LH con SARO_PROST mentre al comando va MARCO_GANU.

Si ritirano BIRILLODOG e SAVASTAN94, quest’ultimo per un contatto con F1ITALIAN_FLAMIN in un difficile tentativo di sorpasso alla 130-R, mentre NICOFIORE000 e F1ITALIAN_MAGIC risalgono rapidamente verso il vertice raggiungendo e superando, con un brivido per un’ingresso a tre in curva 1, MARCO_GANU che allunga il primo stint fino al giro 21.

Intanto c’è bagarre a centro gruppo con le due Force India che vengono a contatto e perdono parecchio tempo.

A metà gara si aprono due battaglie: quella tra NICOFIORE000 e F1ITALIAN_MAGIC per il comando e quella tra FED_00LH e SARO_PROST per il 3° posto, a 6” dal vertice, cui poco dopo si aggiunge quella tra CRIFERRARI1988 e F1ITALIAN_MAURO per il 5° posto ma tutto rimane immutato fino alla seconda tornata di pit stop.

Mentre si ritira BILLIEJOE97G, è SARO_PROST che, al giro 34, inaugura la serie dei cambi gomme provando a sparigliare. Lo imitano, il giro dopo, i primi tre oltre F1ITALIAN_MAURO, J-SPORTVR46 e MATTEO_PITTACCIO ma tanto è bastato a SARO_PROST per scavalcare FED_00LH.

F1ITALIAN_MAGIC, che ha una penalità di 3”, torna in pista agguerritissimo e prova subito un attacco in curva 1 ma va largo e si esibisce in un controsterzo da brividi. Il sorpasso si materializza al giro 44, sempre all’esterno in curva 1, ma sarà vanificato da un errore a 4 giri dalla fine che ridarà il comando a NICOFIORE000.

Intanto MARCO_GANU, dopo aver reso difficile la vita a FED_00LH consentendo a SARO_PROST di guadagnare spazio in terza posizione, comincia ad accusare l’usura delle sue gomme e viene superato da CRIFERRARI1988 e F1ITALIAN_MAURO mentre J-SPORTVR46 le prova tutte e ci riesce solo alla penultima curva.

Vince NICOFIORE000 che si assicura matematicamente il titolo piloti, così come la Red Bull quello costruttori. Secondo è F1ITALIAN_MAGIC e terzo SARO_PROST.

Molti piloti hanno dato il meglio in questa gara ma il titolo di pilota del giorno va a NICOFIORE000 che corona una stagione dominata con apparente facilità. Basta dire che oggi, con 12 vittorie, stabilisce il primato di successi in un campionato FiT e mancano ancora 4 gare. Ma, nel giorno in cui la Red Bull vince il titolo costruttori, vogliamo dare un ex-aequo a CRIFERRARI1988, solido e veloce, compagno di squadra ideale, sempre presente nei momenti che contano, che, in silenzio ed a volte lontano dalle luci della ribalta, ha costruito il successo della squadra.

 

masterpostgiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INTERVISTE

NICOFIORE000: Inizio con i complimenti a Magic che oggi mi ha fatto sudare. Volevamo vincere entrambi in pista anche se io sapevo della sua penalità. E’ stata una faticaccia ma mi sono divertito tanto. Sono felice per il titolo e anche per quello costruttori con Criferrari che ha fatto una stagione straordinaria anche con il pad. Ho battuto anche il record di Amos (Sutil) con 12 vittorie e meglio di così non poteva andare. Il livello era altissimo ma io mi sono trovato subito bene ed ho avuto anche fortuna in qualche occasione e così il campionato ha preso una piega a me favorevole. Per l’anno prossimo preferisco non sbilanciarmi. Per ora penso solo a finire bene la stagione.

F1ITALIAN_MAGIC: Mi fa piacere tornare sul podio che mi mancava dall’Ungheria. Complimenti a Nico per il campionato. Si è visto da subito che aveva qualcosa in più degli altri dando la sensazione di avere tutto sotto controllo. Oggi sapevo di essere veloce. Ho sbagliato la qualifica ma avrei potuto partire secondo perché il tempo di Nico era inarrivabile. Ho preso stupidamente una penalità ma non sapevo se lui ne avesse e quindi ho spinto fino all’ultimo. Comunque è stata una bella gara e sono contento. Parlando della stagione, non mi piace chiamare in causa la sfortuna ma c’è stata una fase centrale in cui ho fatto qualche errore ma non mi è girata benissimo. Mi piacerebbe tornare a vincere il titolo Master perché, quando l’ho vinto io, c’era ancora la TV in bianco e nero.

SARO_PROST: Faccio i complimenti a Nico per il campionato e la stagione fantastica. Sono contento della gara di oggi perché ho potuto prepararla solo un paio d’ore e quindi ho tratto il massimo possibile. Non ero un missile in qualifica ma in gara avevo un ottimo passo. Sono partito tranquillamente e, quando Magic ha passato Fed, ho provato anch’io ma senza riuscirci perché sul dritto era velocissimo. Ci sono riuscito dopo con un undercut e poi, anche se avevo qualcosa in più da dare sul passo, ma non avrei potuto raggiungere i primi due e, con Fed dietro che aveva anche una penalità, due avvisi e la benzina da gestire, ho pensato a controllare. Sono già andato due volte vicino alla vittoria e spero di ottenerla in queste ultime gare. Per il 2018 spero di poter trovare più tempo alla preparazione delle gare e poi si vedrà.

 

 

 PRO LEAGUE (20.02.18)proarticoli

 

 

propregiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

CRONACA

F1ITALIAN_KVYAT dovrà scontare una penalità di 10” sul tempo finale di gara per raggiunti limiti di punti licenza, ai sensi dell’art. 11.3.1 del Regolamento. Per le stesse motivazioni SIMO_CASCIARO partirà dal fondo della griglia.

In qualifica un soffio divide F1ITALIAN_KVYAT, in pole con 1’28”203, da F1ITALIAN_DELTA, secondo a 2 millesimi. Terzo è un ritrovato REIYEL83 a 0”207 dalla pole.

Parte bene F1ITALIAN_KVYAT che mantiene il comando su F1ITALIAN_DELTA mentre REIYEL83 perde il 3° posto in favore di CRO_NUMERO1. Alle loro spalle c’è un’ammucchiata alle Degner che coinvolge UNAPULITAN, iLSEVO, F1ITALIAN_PIQUET e NIVEK990, questi ultimi due costretti a rientrare ai box.

Dopo un attacco arrembante tra la 130-R e la Casio Triangle, F1ITALIAN_DELTA si adegua dietro il leader mentre, ancora alla Degner, UNAPULITAN e CAMPANA_PAT si agganciano ed il pilota Williams finisce a muro ritirandosi.

Si ritira anche ANDREAGINKA mentre F1ITALIAN_PIQUET sale al 7° posto superando SIMO_CASCIARO che perde un’altra posizione dal suo compagno di squadra UNAPULITAN.

Dopo 6 giri F1ITALIAN_KVYAT allunga su F1ITALIAN_DELTA che vede avvicinarsi CRO_NUMERO1. Dietro c’è un pacchetto con REIYEL83 che blocca ALESSIO1998-25 e F1ITALIAN_MATTs. Poi CRO_NUMERO1 commette un paio di errori e scivola all’8° posto.

Le sorprese non sono finite perché, al giro 8, REIYEL83 perde l’auto all’uscita del tornantino e coinvolge ALESSIO1998-25 consegnando a F1ITALIAN_MATTs il 3° posto. ALESSIO1998-25 va ai box, REIYEL83 continua ma sbanda ancora in curva 1 ed è scavalcato da F1ITALIAN_PIQUET mentre si ritira SHARY96.

F1ITALIAN_KVYAT e REIYEL83 aprono la serie dei pit stop piuttosto in anticipo, al giro 12. F1ITALIAN_DELTA, F1ITALIAN_MATTs e F1ITALIAN_PIQUET li imitano al giro successivo e F1ITALIAN_KVYAT riprende il comando.

Al giro 18, tra le curve 15 e 16, si vede di tutto. SIMO_CASCIARO, che è 4°, prova a tenere F1ITALIAN_PIQUET che lo affianca alla 15 ma perde l’auto, sbanda e si schianta al muro. UNAPULITAN attacca REIYEL83 per il 6° posto ma c’è un contatto e rompe l’ala, tornando quindi ai box e scendendo al 10° posto.

C’è un lungo duello tra REIYEL83, al 6° posto e CRO_NUMERO1 che il pilota Toro Rosso risolve in suo favore con una staccata micidiale in curva 11 puntando immediatamente sul compagno di squadra ALESSIO1998-25 che supera al giro 33 portandosi al 5° posto.

Si apre la seconda tornata di pit stop dopo la quale CRO_NUMERO1 da spettacolo nell’attacco e nel sorpasso su UNAPULITAN mentre non va altrettanto bene al suo compagno di squadra ALESSIO1998-25 che sul pilota Ferrari danneggia l’ala. Ma non è finita perché, a causa di un errore di CRO_NUMERO1, i tre si ritrovano fianco a fianco.

Il colpo di scena accade subito dopo. F1ITALIAN_MATTs rientra imprudentemente ai box danneggiando l’ala del leader F1ITALIAN_KVYAT e costringendolo ad una terza sosta ai box che, di fatto, gli costa la gara.

C’è un problema di connessione che nasconde il ritiro di iLSEVO ma non accade molto altro.

F1ITALIAN_DELTA coglie una vittoria insperata precedendo F1ITALIAN_MATTs e F1ITALIAN_KVYAT che tuttavia, a causa dei 10” di penalità con i quali è partito, cederà il gradino più basso del podio a F1ITALIAN_PIQUET.

Il pilota del giorno è CRO_NUMERO1, subito 3° ma poi penalizzato da un errore nelle fasi iniziali, che ha costruito una rimonta fatta di duelli spettacolari nei quali ha messo in mostra velocità, determinazione e maturità.

Maglia nera per SHARY96 che oggi sembrava proprio percorrere l’unica corsia ghiacciata della pista.

 

propostgiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INTERVISTE

F1ITALIAN_DELTA: Una gara strana cominciata con una pole persa per 2 millesimi che mi ha fatto arrabbiare. Al via ho provato ad attaccare Kvyat dopo che ha fatto un errore ma io ho sempre difficoltà nel primo stint e così mi ha preso quie 7” che ci siamo portati fino alla sosta. Nemmeno io so cosa gli sia poi successo per farlo rientrare una volta in più ai box. Sono contento per una bella vittoria conquistata in pista. Dopo tre zeri di fila non ho più pensato alla classifica e comunque quest’anno di debutto è da valutare positivamente. Comunque, gara per gara, si spinge e si prova a fare il meglio possibile anche se, per raggiungere Kvyat, servirebbero eventi impensabili. Mi piace il circuito di Austin ma non ho riferimenti sulle prestazioni.

F1ITALIAN_MATTs: Gara molto costante con l’unico disappunto per una qualifica andata male senza la quale la gara avrebbe potuto andare diversamente. I primi giri sono stati da panico ma sono riuscito a tenermi fuori dai guai e pian piano sono risalito al 3°/4° posto dove mi sono mantenuto. Non so perché Kvyat si sia fermato ma questo mi ha consentito di salire al 2° e conquistare 18 buoni punti che, piuttosto che classifica, fanno morale. La pista di Austin non è male esteticamente ma, in realtà, la odio perché proprio non riesco a girare forte.

F1ITALIAN_PIQUET: Nella fase cruciale della gara ho visto avvicinarsi Alessio fino a poco più di 1” ma poi, forse per un errore o per l’usura delle gome, è tornato indietro a 3”. Al primo giro ho visto Unapulitan intraversato davanti e l’unico modo di evitarlo è stato andando sull’erba. Poi le vicende di gara mi hanno portato al 4° posto e, con la penalità di Kvyat, al 3°. Ad Austin in pre-season andavo bene ma poi ho avuto un incidente. L’anno scorso invece non è andata troppo bene perché era richiesto uno stile di guida che proprio non riuscivo ad adottare.

  

  

sportarticoli SPORT LEAGUE (19.02.18)

 

 

sportpregiappone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CRONACA

Sono assenti MOVIANS e il leader della generale SMOKEMAN845, sostituito da DANIX9210, assenza pesante nel momento clou della stagione quando la lotta con LUCADAMICO è punto a punto.

Proprio LUCADAMICO mette in chiaro fin dalle qualifiche di voler massimizzare l’assenza di SMOKEMAN845 e si aggiudica la pole in 1’28”036 davanti a DILEGGE97 a 0”035 e DANIX9210 a 0”135.

Pista bagnata e gomme Intermedie al via non disturbano LUCADAMICO che prende un buon avvio ma molto meglio fa DOVIPOWER93, scattato dalla quinta casella, che coglie una partenza incredibile, aggira tutti in curva 1 e si installa al comando.

Il regno del pilota Haas è di breve durata perché, dopo un errore rimediato alla Spoon, perde completamente l’auto alla 130-R, si gira e viene investito da DANIX9210 che aveva scavalcato DILEGGE97 e ad avere la peggio è proprio l’incolpevole wildcard che è costretto al ritiro mentre DOVIPOWER93 rimedia ai box per cambiare l’ala, imitato da DAVIDEF1 che ha avuto un contatto nelle fasi iniziali e che si ritira poco dopo.

LUCADAMICO prende subito il largo perché DILEGGE97 appare in difficoltà e blocca F1NICOLA46 ma va largo nell’enorme via di fuga della 130-R sicchè il pilota Toro Rosso lo sorpassa e TELECONIKO si fa minaccioso.

A distanza seguono FIT_ANDRE26, EMAZO1 e IVANTRONZI che, dopo essere risalito dall’ultimo al 5° posto, ha commesso qualche errore retrocedendo al 7°.

F1NICOLA46 va in pressione su LUCADAMICO ma, al giro 6, viene abilitato il DRS, segno che la pista si sta asciugando, e quasi tutti vanno ai box, non prima di registrare un altro errore di DILEGGE97 che libera il 3° posto a TELECONIKO. Gomme M per tutti tranne che per REALHIROSHI e MORNON79 che montano SS.

Restano in pista FIT_ANDRE26 e IVANTRONZI ma questo giro in più costa loro parecchi secondi.

Si ritira MORNON79 mentre DILEGGE97 supera il momento critico, scavalca TELECONIKO riprendendosi il 3° posto e punta immediatamente su F1NICOLA46 che non riesce a tenere il passo del leader LUCADAMICO.

Contemporaneamente IVANTRONZI sull’altra Ferrari brucia EMAZO1 in curva 1 e sale al 5° posto.

A metà gara REALHIROSHI, con doppio vantaggio di mescola, piomba a velocità doppia su EMAZO1 nella sequenza di S ma lo tampona e rompe l’ala ed entrambi rientrano ai box.

Subito dopo DILEGGE97, con la stessa mossa del suo compagno di squadra in curva 1, supera F1NICOLA46 conquistando il 2° posto ma, nel frattempo, LUCADAMICO ha accumulato quasi 7” di vantaggio.

Anche TELECONIKO attacca F1NICOLA46 ma c’è un contatto alla Casio chicane, rompe l’ala e deve rientrare ai box.

Rimane in piedi il duello per il 4° posto tra FIT_ANDRE26 e IVANTRONZI alle spalle dei quali risale, dopo la sosta ai box, TELECONIKO. Al giro 22 i duellanti incrociano più volte le traiettorie tra curva 1 e le S finché IVANTRONZI danneggia l’ala e deve rinunciare alla lotta.

C’è forse un momento di rilassamento per LUCADAMICO che consente a DILEGGE97 di portarsi a contatto ma la gara volge al termine e non c’è tempo per un attacco.

Vince LUCADAMICO con DILEGGE97 a ridosso e, più distante, F1NICOLA46.

LUCADAMICO ha colto il massimo obiettivo desiderabile ma vogliamo assegnare il titolo di pilota del giorno a F1NICOLA46 che ha dimostrato di saper stare nelle posizioni che contano insidiando anche il leader nella prima parte di gara, in condizioni bagnate, prima di cedere al ritorno di DILEGGE97.

A DOVIPOWER93 ascriviamo la migliore e la peggiore scena vista in pista, la più bella partenza dell’anno e l’errore alla 130-R con il quale ha vanificato tutto e compromesso la gara di DANIX9210.

sportpostgiappone

 

  

  

 

  

 

 

 

INTERVISTE

LUCADAMICO: Ho fatto una buona qualifica e poi, in partenza, mentre ancora pensavo a controllare Dilegge, ho visto Dovipower sorvolare tutti dall’esterno e passare da 5° a 1°. Non so come abbia fatto. Peccato che si sia girato alla 130-R beccando Danix. Dopo ha smesso di piovere e ho messo le gomme M perché le S non sarebbero durate fino alla fine. Sono stato attento ed ho portato a casa questa vittoria. Il vantaggio in classifica non cambierà il mio approccio alle gare perché basta una distrazione e Smokeman ti è addosso. Niente è ancora deciso. Anche altri piloti come Dilegge e Nicola sono molto competitivi e si possono inserire ed è bello che sia così. A proposito del Messico, l’ho affrontato in Open ed è una pista che mi piace dove spero di far bene.

DILEGGE97: Mi è sfuggita la pole per 30 millesimi ma non ho un buon rapporto con le qualifiche. In gara, sul bagnato ero in difficoltà avendo un setup impostato per l’asciutto sicché, quando la pista si è asciugata, ho ripreso il passo che tenevo in prova. Peccato che Luca si fosse già allontanato perché gli ho ripreso 8” ma è stato difficile superare Nicola che laggava e questo mi ha impedito di giocarmi la gara anche perché, per spingere, ho preso 6” di penalità ma non potevo fare altrimenti. Per il finale di stagione proverò a vincere in ogni pista anche se non ce n’è una che mi piaccia in particolare. Lottare con Luca, Smokeman, Dovipower e gli altri è sempre bellissimo. Per il titolo, il vantaggio accumulato oggi favorisce Luca ma tutto è possibile. Tifo per lo spettacolo, magari che arrivino ad Abu Dhabi a pari punti.

F1NICOLA46: Non è che fossi in difficoltà sul bagnato ma fra curva 1 e le Degner ho riportato danni all’ala che tuttavia non mi infastidivano più di tanto. Così, una volta ai box per il cambio gomme, ho deciso di non cambiarla ma non è stata una buona scelta perché sull’asciutto avevo molto sottosterzo. Ho provato a difendermi ma, soprattutto nel T1 e nel T2, era molto difficile. Il podio mi va benissimo. Spero di non perderlo per penalità post gara come è successo altre volte quest’anno. Adesso proverò a vincere almeno una gara, il mio obiettivo di stagione che finora non sono riuscito a raggingere. Luca e Smokeman sono sullo stesso livello ed anche il vantaggio di 20 punti, senza volerlo augurare a Luca, può anche sfumare.

 

primearticoli

 PRIME LEAGUE (23.02.18)

 

 

primepregiappone

 


 

 

 

 

 

 

CRONACA

Sono assenti CRONOLIFE e F1ITALIAN_ROBY. ALEXPILOTINO dovrà scontare una penalità di 5” sul tempo finale di gara per una sanzione disciplinare relativa al GP di Malesia.

Monopolio Focre India nelle qualifiche, disputate in condizioni di bagnato estremo, con ZAMPY92 che strappa in extremis la pole in 1’43”252 precedendo GILLES27 di 0”119 e LOPENSKY_88 di 0”787.

Gara che parte in condizioni di asciutto con le due Force India che mantengono le posizioni al via mentre TOPPINGKESTREL, con un buon avvio, soffia il 3° posto a LOPENSKY_88 che perde un’altra posizione per l’attacco di TALZ_706 alla Spoon anche se va detto che il pilota Red Bull va ben oltre i margini della pista.

Si gira subito EMYS72 e va ai box per la sostituzione dell’ala.

Dopo 2 giri ZAMPY92 lascia passare GILLES27 che prova a far ritmo per distanziare gli avversari.

Al giro 5 TALZ_706 si gira nelle S e scivola all’8° posto e, poche curve dopo, si gira anche TOPPINGKESTREL che va al 5°. Entrambi, per fortuna, non riportano danni.

Quando si apre la finestra dei pit stop GILLES27 comanda con oltre 4” su ZAMPY92. Terzo è LOPENSKY_88 ad oltre 7” dal vertice, incalzato da ADVANCEAPPLE sul quale prova a riportarsi TOPPINGKESTREL dopo il testacoda.

Il giro 9 registra il ritiro di ALEXPILOTINO e la prima sosta di TOPPINGKESTREL. Le soste proseguono al giro 10 per ZAMPY92, LOPENSKY_88 e TALZ_706 ed al giro 11 per GILLES27 e ADVANCEAPPLE.

Dopo la serie di soste si ripristinano le posizioni con l’unica eccezione di TOPPINGKESTREL che, fermandosi 2 giri prima, ha scavalcato ADVANCEAPPLE e fra i due è subito battaglia dietro gli scarichi di LOPENSKY_88.

Al giro 16 la battaglia vede l’epilogo. ADVANCEAPPLE affianca TOPPINGKESTREL in curva 2 e rimane lì fino in curva 4 quando il pilota Mercedes chiude alla corda urtando l’avversario che deve rinunciare alle speranze di podio anche perché, prima di rientrare ai box, viene centrato da TALZ_706 alla Casio triangle.

Al giro 18 si ritira FABIOMAX70, che va a muro all’uscita di curva 11, ed EMYS72 rientra ai box.

A 7 giri dal termine alcuni piloti vedono cadere la connessione ed il più penalizzato è LOPENSKY_88 la cui macchina, comandata dall’IA, perde diverse posizioni.

Si giunge così al finale che riserva un colpo a sorpresa. GILLES27 rallenta e si fa superare dal compagno di squadra ZAMPY92 al quale, come dichiarerà, sente di dover restituire la vittoria che, nel GP di Ungheria, sfuggì a ZAMPY92 per un banale errore a 2 giri dal termine dopo una gara dominata fin dal via.

Chiude il podio TOPPINGKESTREL che ha beneficiato della disconnessione di LOPENSKY_88 per salire al 3° posto.

Piloti del giorno oggi sono i due della Force India, ZAMPY92 e GILLES27, che regalano alla squadra il titolo con 4 gare di anticipo dopo una stagione da incorniciare.

Qualcosa in più ci si poteva aspettare da TALZ_706 che forse non ha trovato il giusto feeling con la pista.

primepostgiappone1

 

 

 

 

 

 

 

INTERVISTE

ZAMPY92: Tutto parte dalle qualifiche con la prima pole e prima fila tutta Force India di cui sono contento. Prima della gara però non ho fatto in tempo a diminuire l’incidenza dell’ala anteriore che avevo aumentato per le qualifiche sul bagnato e così, per tutto il primo stint, ho avuto questo handicap. Ero lento sui rettilinei, come mi diceva Gilles, ed allora abbiamo provato a far andare avanti lui per trainarmi con il DRS. Dopo qualche giro però si è allontanato e ho dovuto cavarmela da solo. Poi la gara è stata abbastanza in solitaria salvo dover spingere alla fine perché Topping recuperava. Alla fine c’è stato questo gesto di Gilles ma per me la vittoria in Ungheria era sua come è sua questa. Ci teneva tanto ed apprezzo il gesto. Doppietta e titolo costruttori. Sono contento. Il primo stint è stato condizionato dalla questione dell’ala. Nel secondo andava bene. Essendo da solo ho usato qualche cautela e non ho mai rischiato.

GILLES27: Partiamo dal titolo costruttori al quale tenevamo tanto. La gara in realtà è cominciata diverse gare fa, in Ungheria, dove Zampy ha perso per un errore banale un GP dominato e, per tutto questo tempo, ho sperato che si verificasse una condizione come stasera, primo e secondo a due curve dalla fine, per rimettere a posto le cose. E’ un gioco, come mi diceva Zampy in party, ma un gioco che porta con sé rapporti umani, impegno e condivisione settimana dopo settimana, belle cose che vanno al di là del gioco e ci tenevo a restituire quello che l’Ungheria mi aveva dato e poterlo fare nel giorno in cui conquistiamo il titolo costruttori è una gioia doppia. Bravo Zampy per il gioco ed al difuori dal gioco. L’idea di lasciar passare Zampy alla fine l’avevo in mente non solo quando mi ha ceduto la posizione, ma da molto più indietro, dall’Ungheria.

TOPPINGKESTREL: Pensavo di poter fare più giri in qualifica. Ho avuto un buono scatto in partenza salendo dal 4° al 3° posto e dopo ho fatto un errore che mi ha costretto a rimontare. E’ andato bene l’undercut su Advanceapple che mi è uscito di poco dietro. Poi ho duellato con Lopensky e, dopo la sua disconnessione, sono salito al 3° posto.

 

Letto 219 volte Ultima modifica il Domenica, 25 Febbraio 2018 14:02
Devi effettuare il login per inviare commenti

LANGUAGE

Copyright © 2018 www.formulaitalianteam.com. Tutti i diritti riservati.

Bookmaker review site http://wbetting.co.uk/ for William Hill