Banner FiT 2019

La settimana FiT – BestOfTheWeek - NUMERO 12 Anno 2018

   

 bestoftheweek

 

La settimana FiT – BestOfTheWeek - NUMERO 12 Anno 2018

GP DELLA SETTIMANA

SINGAPORE – Marina Bay – Quattordicesima prova dei Campionati FiT su F1 2017

 circuitosingapore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marina Bay, circuito cittadino disegnato dalla matita di Hermann Tilke ed inaugurato dalla F1 nel 2008, ha introdotto l’era delle gare notturne, un po’ per volontà scenografica ed un po’ per favorire la visione al pubblico europeo, considerata la differenza di fuso.

Pur mantenendo pressochè immutato il disegno originario, ha subito diverse modifiche nel taglio di alcune curve e nel tipo di cordoli. In particolare è stata più volte rivista la curva 10 (Singapore Sling, dal nome di un cocktail tipico del luogo).

Non è un circuito particolarmente amato dai piloti per una serie di ragioni, dalla cronica mancanza di grip alla incombente minaccia dei muri, allo sforzo fisico richiesto dalla lunghezza della gara e dal clima umido.

I motivi tecnici, con la presenza di molte curve ad angolo retto, si riducono essenzialmente al toboga fra le curve 10 e 13 e l’unica vera zona di sorpasso è alla frenata di curva 7 mentre in curva 1 ed in curva 14 si può provare ad attaccare ma solo in condizioni eccezionalmente favorevoli.

Il Gran Premio è invece un rebus dal punto di vista strategico, sia per la differente resa degli pneumatici, sia per la minaccia di improvvisi scrosci di pioggia.

La storia ci consegna un’edizione 2008 contrassegnata dal “biscotto” Renault con Piquet che va intenzionalmente a muro per favorire la strategia del compagno di squadra Alonso ma anche dall’incredibile incidente ai box Ferrari con Massa che riparte dalla sosta trascinando il bocchettone del rifornimento e cospargendo di carburante la pit lane, episodio che, a conti fatti, gli costerà il titolo mondiale.

La gara prevede 61 giri per la Master e la Pro League, 31 per la Sport e la Prime League.

La Pirelli ha portato i compound Ultrasoft (US – Viola), Supersoft (SS – Rosse) e Soft (S – Gialle).

  

masterarticoli MASTER LEAGUE FP

 

 

masterpresingapore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La disputa della gara è rinviata al giorno 8/2/2017 su richiesta di un pilota accettata all’unanimità da tutti gli altri (art.15 del Regolamento).

 

 PRO LEAGUE (30.01.18)proarticoli

 

 

propresingapore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

CRONACA

Ranghi ridotti al via dell’appuntamento di Singapore. Sono infatti assenti CRO_NUMERO1, iLSEVO e NIVEK990 oltre a REIYEL83 appiedato per motivi disciplinari legati ai punti licenza.

La lotta per la pole vede prevalere di misura F1ITALIAN_KVYAT in 1’37”398 su UNAPULITAN a soli 0”049. Terzo è F1ITALIAN_MATTs a 0”250 mentre in ombra rimane il vice capoclassifica F1ITALIAN_DELTA solo 7° a 1”769.

La partenza è all’arma bianca. F1ITALIAN_KVYAT mantiene il comando ma ALESSIO1998-25, il più reattivo allo spegnimento dei semafori, risale posizioni e si piazza al 3° posto.

L’ordine però è di breve durata perché, già in curva 7, UNAPULITAN supera F1ITALIAN_KVYAT ed assume il comando. Contemporaneamente F1ITALIAN_MATTs scavalca ALESSIO1998-25 riappropriandosi del 3° posto.

Il giro 2 è caratterizzato da un errore di F1ITALIAN_DELTA che perde la macchina in curva 9, retrocedendo al 9° posto ma, per sua fortuna, senza danni.

Va peggio al giro successivo quando ALESSIO1998-25 va a muro in curva 10 danneggiando l’ala ma soprattutto il leader della generale F1ITALIAN_KVYAT distrugge l’auto in curva 21 e si ritira.

F1ITALIAN_DELTA conferma di non gradire la pista danneggando l’ala ed andando ai box per la sostituzione.

Si isola al comando UNAPULITAN distanziando F1ITALIAN_MATTs che, a sua volta, ha un buon margine su un terzetto composto da F1ITALIAN_PIQUET, SIMO_CASCIARO e ANDREAGINKA che, commettendo un errore, è stato scavalcato dal pilota Ferrari.

ANDREAGINKA, pur avendo gomme SS a differenza degli altri che montano US, anticipa molto la sosta al giro 13 e SIMO_CASCIARO, forse sorpreso dalla mossa, lo segue al giro 14 ma è già tardi e le posizioni si invertono.

Subito dopo, si conclude in curva 5 la gara disastro di F1ITALIAN_DELTA che centra la vettura intraversata di CAMPANA_PAT.

Al giro 16 c’è la sosta di F1ITALIAN_PIQUET che, non avendo risposto all’undercut, scende dal 3° al 5° posto.

Nei giri successivi vanno ai box, oltre a CAMPANA_PAT, anche F1ITALIAN_MATTs e UNAPULITAN che mantengono le rispettive posizioni anche se ANDREAGINKA si è avvicinato molto a F1ITALIAN_MATTs.

Vanno ai box in successione ALESSIO1998-25, che ripara anche un danno all’ala, ANDREAGINKA, ancora una volta anticipando la sosta, e F1ITALIAN_MATTs che risponde all’undercut.

Tutto sembra procedere a gonfie vele per UNAPULITAN che accumula oltre 12” di vantaggio su F1ITALIAN_MATTs, prima della sota di quest’ultimo, e che vede profilarsi una vittoria ormai scontata con la quale salirebbe al 2° posto della generale a soli 6,5 punti da F1ITALIAN_KVYAT.

La sorte però non gli è amica allorché, dopo 38 giri, il crash della stanza costringe la Direzione a dichiarare conclusa la gara con punteggi dimezzati, essendo stato superato il 60% della distanza prevista, a norma dell’art.14.3 del Regolamento, esattamente come già successo in Spagna.

La vittoria viene assegnata a UNAPULITAN davanti a F1ITALIAN_MATTs e ANDREAGINKA.

UNAPULITAN merita il titolo di pilota del giorno, sia per aver condotto una gara impeccabile, sempre in controllo una volta superato F1ITALIAN_KVYAT, poi autoeliminatosi, sia come magra consolazione per un bottino pieno sfumato per pura malasorte.

Sull’altro piatto della bilancia va F1ITALIAN_DELTA, insolitamente opaco ed in difficoltà fin dalle qualifiche, che ha condito la sua prestazione con diversi errori prima che un incidente fortuito lo togliesse di gara. Ciò tuttavia non scalfisce quanto di buono ha fatto fin qui il giovane pilota Haas e forse è ingiusto caricarlo di troppe aspettative.

La classifica finale non viene pubblicata dovendo essere ricostruita dalla Direzione gara sulla base dei dati registrati e con le correzioni dovute sia alle penalità assegnate dal gioco, sia a quelle attribuite dalla stessa Direzione gara a seguito di provvedimenti o dispute.

INTERVISTE

UNAPULITAN: Mi dispiace molto l’epilogo perché ho gestito bene la gara evitando qualsiasi rischio e rimanendo sempre concentrato ma purtroppo è andata così. Avevo anche trovato, prima della qualifica, un buon setup mentre i due che avevo provato in allenamento non mi convincevano. Peccato per la qualifica con il 2° posto per pochi millesimi ma andava bene anche così. La gara, soprattutto dopo l’uscita di Kvyat, è stata solitaria. Sarei arrivato a 6 punti da Kvyat e adesso, con 18 lunghezze di ritardo, è più difficile ma si può tentare comunque. Per il recupero di Monza punto alla vittoria per recuperare i punti persi quì. Da Monza fino a fine campionato, con la sola eccezione della Malesia, le piste mi piacciono tutte. In conclusione, confesso che, quando è andato a muro Kvyat, ho cacciato un urlo che mi ha fatto fare tutta l’ultima curva di traverso.

F1ITALIAN_MATTs: Sulla gara c’è poco da dire. Dopo una buona partenza, ho visto Kvyat che ha fatto una brutta fine, con un errore simile al mio in qualifica, e da lì ho pensato a gestire perché ho visto che Napo aveva un passo superiore. Quando si è avvicinato AndreaGinka ho dovuto accelerare un po’ per tenerlo dietro ma comunque non avrei potuto prendere Napo che era troppo veloce. Peccato per i punti dimezzati ma, alla fine, è un buon podio. Anche a me piacciono tutte le piste da qui alla fine, tranne Abu Dhabi. A Monza punto al podio e chissà se è possibili ottenere qualcosa di più. Io comunque ci proverò.

ANDREAGINKA: In partenza ho montato le SS contro il parere dei miei ingegneri ma avevo provato così e mi sentivo fiducioso. Mi spiace per un’incomprensione con Delta in qualifica per la quale gli ho rotto il flap. Ho fatto una buona partenza risalendo fino al 4° posto ma, affiancando Piquet che aveva commesso un errore, ci siamo toccati ed ho perso diverse posizioni. Non avevo una strategia prefissata e la decisione di fermarmi molto presto per montare le US è stata presa sul momento. Ha funzionato perché ho guadagnato posizioni e quasi raggiunto Matts. Le US, con mia sorpresa, tenevano bene e quindi avevo deciso per le 2 soste. Mi spiace per l’interruzione perché, con questo circuito e con la stanchezza, poteva ancora succedere di tutto. A Monza in allenamento mi sono trovato bene. Penserò gara per gara con l’obiettivo di dar fastidio e dimostrare il mio meglio.

  

  

sportarticoli SPORT LEAGUE (29.01.18)

 

 

sportpresingapore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CRONACA

Sono assenti TELECONIKO, DAVIDEF1 sostituito da DANIX9210 e SCRAX199 che avrebbe dovuto scontare una penalità di 10” sul tempo finale di gara. LUCADAMICO corre in precarie condizioni di salute, febbricitante.

La qualifica vede prevalere LUCADAMICO in 1’37”347 su DOVIPOWER93, secondo a 0”134, e IVANTRONZI, terzo a 0”317. SMOKEMAN845 vede annullare per taglio il giro che gli sarebbe valso la pole e parte dalla quinta piazzola.

Al via LUCADAMICO mantiene il comando precedendo DOVIPOWER93 che resiste a IVANTRONZI ed è tamponato da F1NICOLA46 che, nel contatto, danneggia l’ala.

F1NICOLA46 prova strenuamente a resistere, malgrado il danno, al 4° posto ma ha dietro una torma di assalitori, capeggiati da SMOKEMAN845 e DILEGGE97, tra i quali MOVIANS e FIT_ANDRE26 non si fanno pregare per prendersi a ceffoni mentre REALHIROSHI assiste in prima fila e poi si unisce al duello imitato da EMAZO1.

Alla fine è costretto a cedere e vede sfilare prima SMOKEMAN845, che prova a ricucire lo strappo dai primi 3, e poi DILEGGE97 e un ritrovato MOVIANS che così sale al 6° posto.

Un altro redivido è REALHIROSHI che aggredisce ripetutamente EMAZO1 per il 7° posto ma commette un errore, girandosi in curva 21, e ne fa le spese RIVER-TSUNAMI che gli finisce addosso distruggendo l’auto.

Con l’usura delle gomme si alzano i tempi sul giro e la finestra dei pit stop è aperta ma i piloti, pur faticando, non vanno ai box lasciando intendere che ci potrebbe essere qualche sorpresa meteorologica. Arriva, in effetti, la pioggia all’inizio del giro 14 ed è così intensa che, alla fine dello stesso giro, le macchine non stanno più in strada e tutti i piloti vanno ai box per montare le Intermedie.

Il giro di rientro però regala emozioni a raffica con errori di DOVIPOWER93 e IVANTRONZI di cui approfitta SMOKEMAN845 per superare entrambi.

Chi capitalizza la situazione è REALHIROSHI che, tra giro di rientro e sosta, guadagna posizioni ritrovandosi al 6° posto alle spalle di DILEGGE97 mentre DOVIPOWER93 non familiarizza subito con il bagnato e rompe l’ala.

Aumenta la pioggia e DOVIPOWER93 prova l’azzardo montando le gomme da bagnato estremo ma la scelta si rivela infelice anche perché rientra nella bagarre fra F1NICOLA46 ed EMAZO1 e rompe nuovamente l’ala.

Mentre LUCADAMICO conduce con ampio margine su SMOKEMAN845, tanto da consentirgli di recuperare qualcosa, alle loro spalle, con le condizioni della pista via via più difficili, si prepara il clou della serata.

IVANTRONZI, al 3° posto, ha un danno all’ala e vede arrivare il compagno di squadra DILEGGE97 il quale però è braccato da REALHIROSHI che, sull’acquitrino che si va formando in pista, dimostra di avere una marcia in più.

A 6 giri dalla fine l’aggancio è completato e REALHIROSHI scavalca DILEGGE97 e si lancia su IVANTRONZI. Una, due, tre e alla quarta bordata il pilota Ferrari deve cedere ad un sorpasso da standing ovation.

IVANTRONZI va a montare le FullWet e, subito dopo, lo fanno anche i leader LUCADAMICO e SMOKEMAN845 che comunque rimangono al comando.

Ma, a questo punto, come a Digione 1979 quando Jabouille vinse la gara ignorato da tutti mentre il mondo intero era in piedi ad assistere al duello tra Villeneuve a Arnoux, nessuno segue più le altre fasi di gara rimanendo in apnea sul palpitante duello per il podio tra REALHIROSHI, che ha sul groppone 3” di penalità, e DILEGGE97 che da fondo ad ogni risorsa per mantenere il suo ritardo dalla Williams entro i 3”.

Entrambi non hanno le gomme più idonee, avendo mantenuto le Intermedie. Decimo a decimo il distacco sale e, a due giri dalla fine, comincia a ballare: 2”9 ad una curva, 3”1 alla successiva.

Continua così fino alla fine, e mentre LUCADAMICO precede sul traguardo SMOKEMAN845, REALHIROSHI giunge all’ultima curva con 2”939 di vantaggio su DILEGGE97 ma, nel tentativo di afferrare quei 6 centesimi che gli avrebbero regalato il podio, va leggermente lungo, deve ritardare l’accelerazione e, pur tagliando il traguardo al 3° posto, dovrà cederlo, per il computo della penalità, a DILEGGE97.

Onore a LUCADAMICO che ha dominato la gara da cima a fondo ma per il titolo di pilota del giorno si è scatenato un plebiscito, tale da far impallidire il referendum sull’aborto del 1981, in favore di REALHIROSHI, autore di una prestazione strepitosa in condizioni estreme che avrebbe meritato più del podio. Siamo certi che anche DILEGGE97, che pur glielo ha conteso, facesse il tifo per lui.

Buone premesse ma epilogo da dimenticare per DOVIPOWER93 con un paio di incertezze nel giro in cui si è bagnata la pista che hanno dato il via ad una sequenza negativa completatasi con il ritiro.

sportpostsingapore

 

  

  

 

  

 

 

 

 

INTERVISTE

LUCADAMICO: Gara difficile per via delle mie condizioni fisiche. Qualifica non perfetta ma è bastata per la pole. In gara con le gomme da asciutto il passo era perfetto. Poi, andando ai box per montare quelle da bagnato, ho dimenticato a cambiare l’incidenza dell’ala. Cercavo di capire quando fosse il momento per passare alle FullWet e, non appena le ho montate, l’ingegnere mi ha comunicato che la pista si stava asciugando. Dopo varie imprecazioni ho comunque finito la gara in testa. Non so per Smokeman ma Sepang, dopo Spa, è la mia pista preferita e quindi punto a far bene.

SMOKEMAN845: In qualifica ho sbagliato l’ultima curva del giro buono e questo mi ha fatto partire al 5° posto. In mezzo al gruppo ho cercato di evitare contatti ed ho proseguito finché ho trovato Nicola che andava lento e sono riuscito a passarlo anche se con fatica. Prima della sosta sono arrivato dietro a Ivan e Dovi con il quale mi scuso per un attacco duro. Speri di non avergli rovinato la gara. Con le Intermedie ho cercato di recuperare su Luca ma il distacco era troppo ampio. Complimenti a Luca, a Dilegge e ad Hiroshi che ha fatto una grandissima gara. Penso che il giro di qualifica annullato mi sia costato perché, partendo più avanti, non avrei perso tempo con Nicola e sarei stato più a contatto con la testa. Non corro molto in Malesia ma è una bella pista. Proviamo a far bene. La sosta per le FullWet è stata per non rischiare dato il vantaggio sugli inseguitori.

DILEGGE97: Devo cominciare con il fare i complimenti a Hiroshi che ha corso una gara fantastica. Soprattutto sul bagnato era velocissimo ed ho fatto tanta fatica ma è stato divertente. Ho ottenuto il massimo. La pista non mi piace ed il podio è tanta roba. Ho sbagliato la qualifica e sono partito dietro. I primi giri dietro Nicola ho rotto l’ala ed ho perso tempo. Quando ho montato le Intermedie anch’io ho dimenticato a cambiare l’incidenza dell’ala e, per di più, non avevo mai provato sul bagnato. All’ultimo ho strappato il podio ma penso che lo meritasse di più Hiroshi. C’è un po’ di rammarico per la prima parte della stagione non andata bene ma bisogna dare merito a Luca e Smoke che hanno fatto la differenza. Io adesso ho sistemato un problema con il freno e anche Ivan prova poco ma, quando lo fa, va forte. Penso che l’unico obiettivo rimasto sia il secondo posto nel campionato costruttori.

 

primearticoli

 PRIME LEAGUE (02.02.18)

 

 

primepresingapore

 


 

 

 

 

 

 

CRONACA

E’ assente la coppia Red Bull composta da CRONOLIFE e TALZ_706, con quest’ultimo che avrebbe dovuto scontare una penalità di 10” sul tempo di gara. Altra penalità di 15” per i fatti di Monza è a carico di ADVANCEAPPLE.

All’ultimo giro valido ADVANCEAPPLE conquista la pole in 1’38”113 precedendo GILLES27 di 0”258 e TOPPINGKESTREL di 0”620.

Al via sembra scattare bene la prima fila ma TOPPINGKESTREL si presenta ai fianchi di GILLES27 in curva 1 e va a conquistare il 2° posto e dietro duellano fino a curva 7 ZAMPY92 e LOPENSKY_88 che infine cede avendo rimediato anche un danno all’ala malgrado il quale resiste all’attacco di EMYS72 mantenendo il 5° posto fino alla sosta ai box al giro 5 proprio mentre il suo compagno di squadra FABIOMAX70 termina la sua gara contro il muro di curva 14.

Inaspettatamente va ai box dopo soli 6 giri, rimontando gomme US, TOPPINGKESTREL sul quale si era fatto sotto GILLES27 che adesso ha strada libera con 4” di ritardo da ADVANCEAPPLE. Terzo passa ZAMPY92 che ha 5” di ritardo dal compagno di squadra.

TOPPINGKESTREL, tornato in pista al 6° posto, ha subito ragione di ALEXPILOTINO ed, a manciate di secondi, rimonta su EMYS72 ma, una volta raggiuntolo, lo tampona rompendo l’ala e dovendo rientrare ai box.

Al giro 10 va ai box ADVANCEAPPLE, che torna in pista al 3° posto davanti ad EMYS72, mentre continuano GILLES27 e ZAMPY92, rispettivamente fino al giro 12, lo stesso di EMYS72, ed al giro 13.

Intanto va ai box anche NASPAZ e va a muro in curva 10 ritirandosi F1ITALIAN_ROBY.

Ultimata la serie dei pit stop, ADVANCEAPPLE riprende il comando con oltre 9” di vantaggio su GILLES27 che ne ha 15 di vantaggio su ZAMPY92.

Dietro di loro, si accende la bagarre quando LOPENSKY_88, che ha le gomme S montate al 5° giro, raggiunge ALEXPILOTINO che è 4° avendo alle spalle la pressione di EMYS72, da poco uscito dai box con gomme SS.

Ci prova LOPENSKY_88 in curva 5 ma si scompone e così EMYS72 supera lui e ALEXPILOTINO in un colpo solo.

LOPENSKY_88 rimane bloccato dietro ALEXPILOTINO e vede sopraggiungere TOPPINGKESTREL che passa senza difficoltà perché sia la Mercedes che la Ferrari vanno ai box per sostituire l’ala. La loro battaglia continua anche dopo la sosta fino al giro 18 quando LOPENSKY_88 supera l’avversario portandosi al 6° posto.

Quasi contemporaneamente TOPPINGKESTREL raggiunge EMYS72 e, sfruttando un errore di quest’ultimo, lo scavalca salendo al 4° posto e NASPAZ si ritira per incidente.

Situazione immutata, invece, in testa dove il vantaggio di ADVANCEAPPLE su GILLES27 rimane quasi costante e poi si riduce di qualche decimo al giro fino a raggiungere 7” al giro 25 quando il ritardo di ZAMPY92 dalla testa è salito oltre i 40”.

Al giro 26 ADVANCEAPPLE commette un errore ed, in poche curve, GILLES27 gli è addosso ma è fin troppo evidente che il pilota Force India, leader del campionato, forte dei 15” di penalità che l’avversario dovrà scontare al traguardo, rinuncia ad attaccare per non correre rischi, non utilizzando nemmeno il carburante in esubero.

ADVANCEAPPLE vede così per primo la bandiera a scacchi precedendo GILLES27 e ZAMPY92.

Per il pilota del giorno proponiamo un ex aequo tra ADVANCEAPPLE e GILLES27, il primo per aver dato fondo ad ogni risorsa per mettere fra sé ed il rivale i 15” di penalità che doveva scontare, ed il secondo per la sicurezza con la quale non ha mai concesso al pilota McLaren di avvicinarsi al suo obiettivo disputando una gara magari poco spettacolare ma molto redditizia.

In ombra ZAMPY92 che ha accumulato un ritardo importante e le Ferrari con FABIOMAX70 presto fuori gara e LOPENSKY_88 impelagato nelle posizioni di rincalzo.

primepostsingapore

 

 

 

 

 

 

  

INTERVISTE

ADVANCEAPPLE: Non ho avuto problemi particolari e tutto è andato secondo i piani. Peccato che non sia arrivata la pioggia e comunque, con 15” di penalità, non avrebbe avuto senso rischiare di andare a muro. Anche se fosse arrivata la pioggia non avrei dato a Gilles la possibilità di avvicinarsi. In Malesia? Vinco io.

GILLES27: Liquido subito la qualifica dicendo che ho dovuto abortire il giro buono per un mio errore di distrazione. La mia gara, data la classifica e dopo Monza, aveva l’imperativo di non far danni e quindi l’ho impostata con tranquillità. La sosta di Toppingkestrel mi ha agevolato e poi ho perso un pò rimanendo fuori due giri in più con le US ma, sapendo che avrebbe potuto arrivare la pioggia, nell’ipotesi di dover mantenere le SS ho preferito averle più fresche. Dopo l’errore di Advanceapple ho faticato a rimanere dietro con lo aguardo fisso sui suoi scarichi per evitare di tamponarlo. Mi spiace per lo spettacolo ma oggi contava di più la classifica. Certo, senza condizionamenti di classifica e senza la sua penalità, lo avrei attaccato. Anche se poco attinente, la Malesia mi ricorda Marco Simoncelli.

ZAMPY92: In qualifica ho perso tanto tempo ai box e non sono riuscito a fare il secondo tentativo. In partenza mi sono trovato ad attaccare Lopensky e c’è stato un contatto in cui penso abbia danneggiato l’ala. Mi spiace perché avrei voluto lottare con lui. Dalle prove fatte, sapevo di non aver il passo di Gilles per cui non ho nemmeno provato ed ho corso quasi in solitaria allungando solo negli ultimi giri perché si avvicinava Toppingkestrel. Non so perché non andassi molto veloce ed anche ieri sera, in prova, pur facendo due soste, non ho accumulato questo ritardo. Faccio i complimenti ai primi due che stasera erano di un altro pianeta. Tre parole per la Malesia? Non mi piace.

 

Venerdì, 02 Febbraio 2018 Posted in FORMULA 1, ULTIME NOTIZIE

LANGUAGE

Copyright © 2018 www.formulaitalianteam.com. Tutti i diritti riservati.

Bookmaker review site http://wbetting.co.uk/ for William Hill